STUDIO TECNICO E. MANZINI


Vai ai contenuti

verifica protezione contro i fulmini

Servizi

La verifica della protezione degli edifici dai fulmini viene eseguita effettuando una analisi dei rischi per stabilre la probabilità che ha un edificio di essere colpito dal fulmine. La verifica avviene secondo i criteri previsti dalla Norma CEI EN 62305, Variante V2 del Febbraio 2013 e prende in considerazione alcuni parametri legati all'edificio sotto verifica, quali per esempio:

  • La densità annua dei fulmini a terra nel comuni di ubicazione della struttura
  • I dati relativi alla struttura (dimensioni, altezza, orografia, destinazione d'uso, tipo di pavimentazione ecc)
  • I dati relativi alle linee (elettriche e/o di segnali) entranti nella struttura
  • Numero di persone presenti all'interno ed all'esterno della struttura
  • Il carico di incendio all'interno della struttura


Con questi dati si procede al calcolo delle aree di raccolta della struttura e delle linee elettriche esterne ed infine alla valutazione dei rischi sia per le persone (obbligatorio) che per i danni materiali (opzionale).

La conclusione può essere di due tipi:

a) La struttura risulta
AUTOPROTETTA ed in questo caso in base alla legge 01.03.68 n 186 che individua nelle Norme CEI la regola dell'arte, si può ritenere assolto ogni obbligo giuridico, anche specifico, che richieda la protezione contro le scariche

b) La struttira risulta
NON autoprotetta ed in questo caso occorre procedere alla progettazione e scelta delle misure di protezione per rendere l'edificio protetto

La verifica dell'autoprotezione o meno DEVE essere eseguita da tecnico abilitato in virtù del Decreto 22.1.08 n 37 art. 1 comma 2a quando gli edifici presentano un volume superiore a 200 mc (art 5 lettera "d" dello stesso Decreto)

Home Page | Servizi | Profilo | Dove siamo | Contatti e Link | News nel settore elettrico | Meteo città | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu